Rete Fattorie Educative

L’Italia è attraversata da una grande emergenza nel campo dell’educazione, intesa come introduzione alla realtà ed al suo significato, mettendo a frutto il patrimonio che viene dalla sua tradizione culturale. L’impegno educativo è, invece, possibile e necessario e diviene una comune responsabilità di tutti. L’attività agricola, quale dialogo continuo operoso e fruttuoso con la natura, ed il contatto con la cultura rurale possano offrire importanti occasioni per l’integrazione e l’approfondimento di percorsi educativi. Anche se avviati in ambiti diversi è probabile che si stabiliscano proficui rapporti di collaborazione tra il settore agricolo ed i luoghi più tipici della formazione (famiglia, scuola, associazioni, comunità terapeutiche, enti di assistenza per disabili, ecc) nei quali l’agricoltura può dare il proprio contributo allo sviluppo della persona negli ambiti dell’educazione ambientale, alimentare, civile, sociale. In tale contesto nasce il Contratto di rete Fattorie Educative: un’aggregazione libera di imprese agricole che condividono idee, propositi e metodi con l’obiettivo comune di sviluppare percorsi didattici ed attività finalizzatw alla riscoperta del settore agricolo e dei suoi valori.  La rete aggrega imprese agricole, in qualunque forma giuridica organizzate, in possesso, ove prescritto, del nullaosta all’esercizio dell’attività (azienda/fattoria didattica, agriturismo, fattorie sociali, agri-asilo, agri-nido e di educazione all’infanzia in genere, city farm, etc…); imprese riconosciute di turismo rurale in possesso di nullaosta all’attività con annessa azienda agricola che svolgono o intendono svolgere attività di educazione; imprese che svolgono attività di diversificazione nell’ambito dell’educazione del sociale e della valorizzazione del territorio presso imprese agricole familiari.

Aderire alla rete →

Catalogo della Rete: